Travel Sicily

Il capoluogo della Sicilia, Palermo, si affaccia su un'ampia baia ai piedi di una fertile valle ed è una tappa essenziale di qualsiasi visita della regione, grazie alla sua atmosfera quasi mediorientale e a chiese, musei, mercati e ristoranti fra i più belli dell'isola. D'estate però può fare molto caldo, cosa cui si può ovviare con gite fuori città, per esempio all'isola di Ustica o agli straordinari mosaici di Monreale. A un'ora di viaggio a est di Palermo si incontra una delle stazioni balneari più eleganti della Sicilia, Cefalù, la cui cattedrale vanta anch'essa mosaici favolosi. Cefalù è anche il punto di partenza per visitare il Parco Regionale delle Madonie, le cui montagne sono seconde sollo all'Etna per altezza.

Da Milazzo e Messina partono traghetti e aliscafi per l'arcipelago delle Eolie, un'incantevole catena di sette isole vulcaniche, tra cui la famosa Stromboli, che attirano amanti del sole, celebrità ed escursionisti. La punta nord orientale dell'isola è occupata dall'animata città di Messina, punto di collegamento con l'Italia continentale, mentre a sud sorge la località di villeggiatura di Taormina, forse la meta più gettonata di tutta la Sicilia.

Ancora più a sud, a metà della costa ionica, si trova la seconda citta dell'isola, la barocca Catania, dominata dall'elegante cono del Monte Etna, il vulcano più grande e più attivo d'Europa.

Siracusa, la città siciliana più bella e affascinante, racchiude la più ricca concentrazione di luoghi storici e di meraviglie architettoniche, che vanno dalle rovine greche e romane agli straordinari palazzi barocchi, Il sud-est vanta bellissime citta barocche come Noto, Ragusa, Modica, ricostruite nel Seicento dopo che un terremoto devastante le aveva ridotte in macerie; in questa zona si trovano anche i cimiteri neolitici di Pantalica, unici nel suo genere, che sono uno dei luoghi più suggestivi della Sicilia minore.

Dopo la ricchezza delle cittadine meridionali, molti accolgono con piacere il cambiamento offerto dalle magnifiche zone interne. L'entroterra, la zona meno popolosa della Sicilia, offre la semplice bellezza di un'area isolata e remota, ma nasconde anche autentici gioielli, come l'antica roccaforte di Enna, i mosaici romani ben conservati di Piazza Armerina, le maestose rovine greche di Morgantina e la città delle ceramiche barocche di Caltagirone.

Lungo la costa meridionale solo gli antichi, magnifici templi di Agrigento e la cittadina greca di Eraclea Minoa con la sua spiaggia attirano un numero consistente di visitatori.

Più avanti lungo la costa si incontra Trapani, un'ottima base per chiunque sia interessato ad approfondire la conoscenza della zona occidentale della Sicilia. Qui l'influenza araba è più forte che altrove, soprattutto a Marsala e Mazzara del Vallo; Selinunte e Segesta, invece, vantano gli insieme di rovine antiche più romantiche della Sicilia.

Dai porti delle coste meridionali e occidentale si possano inoltre raggiungere altre isole di grande interesse. A Lampedusa nelle Egadi e soprattutto nella lontana Pantelleria il mare è fra i più cristallini del Mediterraneo e ci sente davvero ai confini dell'Europa.